A TEANO (CE) LA FONTE MIRACOLOSA DI SAN PARIDE

A poca distanza da Teano, cittadina in provincia di Caserta famosa per l’incontro tra re Vittorio Emanuele II e Giuseppe Garibaldi, sorge, davanti ad una caverna che si apre sotto a una rupe dominata da una grande quercia, la basilica dedicata a San Paride (nella foto).

Narra la leggenda che sotto a quella rupe viveva un drago al quale le fanciulle dei paesi vicini dovevano recare offerte votive, per trattenerlo dal divorare uomini e armenti e dall’appestare l’aria col suo fiato mefitico. 

Proprio in quel periodo San Paride, sbarcato a Pozzuoli e fermatosi a Teano per una sosta nel suo viaggio alla volta di Roma, venuto a conoscenza della triste situazione in cui si trovavano gli abitanti del paese, decise di aiutarli. 
Armato solo di un bastone da pellegrino affrontò la bestia e la legò con il suo cingolo di penitenza, portandola tranquillamente al guinzaglio sino alle rive del fiume Savone, dove le ordinò di gettarsi nell’acqua, lasciandosi portare fino al mare. 

Presso l’altare della basilica si può attingere ancora oggi l’acqua della fonte benedetta dal santo che, a quanto pare, sarebbe miracolosa.

La leggenda, desunta dagli antichi lezionari redatti nel primo millennio, nonostante i suoi elementi fantastici, tramanda un nucleo di verità sulla vita e il ministero del Santo, che ha trovato ampia conferma proprio nelle antiche strutture della basilica di S. Paride e nei reperti dell'area circostante.

Il sottosuolo, in parte visitabile, racchiude l'ingresso alla sorgente, le strutture della primitiva chiesa paleocristiana e una vasca che reca nella muratura il simbolo della croce e perciò è da ritenersi antico fonte battesimale o piscina per il bagno dei devoti.

La chiesa, come appare oggi, risale però alla fine del primo millennio, epoca in cui sorsero in Teano altre due chiese monastiche molto simili nell'impianto architettonico a quella di S. Paride: S. Benedetto e S. Maria de Foris.  La sua costruzione precedette di poco l'edificazione della grandiosa cattedrale romanica sul sito della sepoltura di S. Paride nella parte alta della città.

Cerca nel sito

Cerchi qualcosa di specifico sul nostro sito? Un evento o un articolo? Compila il campo sottostante: