A ZUBIENA (BI) C'E' IL MUSEO DEI CERCATORI D'ORO

Tratto da: Wikipedia

 

Alla frazione Vermogno di Zubiena (Biella) ha sede il Museo dell'Oro e della Bessa, che presenta le testimonianze di duemila anni di ininterrotta ricerca dell’oro nel Biellese e nell’Italia del Nord.

La ricerca aurifera nell’Italia del nord, nata alcuni secoli prima di Cristo, si è protratta ininterrottamente fino ai giorni nostri. A partire dal secondo dopoguerra l’attività, non più remunerativa, andava però scomparendo.
Dal 1985 un gruppo di appassionati biellesi ha iniziato a raccogliere strumenti, testimonianze e tecniche, organizzandosi poi nella Associazione Biellese Cercatori d’oro. Questa, insieme all’Associazione per l’Ecomuseo Valle Elvo e Serra, ha dato vita al museo, situato ai margini del parco naturale della Bessa, considerato il luogo italiano più significativo per la ricerca aurifera, essendo la più grande miniera d’oro di epoca romana mai esistita.
 
Nella sala al piano terreno del museo vengono presentate le formazioni geologiche della Bessa e dell’oro, chiarendo la differenza tra oro nativo, in forma tridimensionale e legato al quarzo, e oro alluvionale, a forma di pagliuzza. Vi si possono osservare anche le tecniche e gli strumenti originari per la ricerca aurifera, suddivisi secondo le aree di appartenenza: i cupun dell’Elvo, le gave dell’Orco, le trulle del Ticino, i banconi dell’Adda, piatti e scalette di diverse forme.

Al piano superiore, nella sezione storica, sono illustrati i ritrovamenti, le tecniche di estrazione ed i principali siti archeologici della Bessa. Il percorso continua attraverso il Medioevo e ilRinascimento, presentando diplomi di vari imperatori che concedevano lo sfruttamento dei fiumi a vescovi e nobili locali. Seguono modelli e illustrazioni sulla ricerca nei sec. XVII e XVIII e azioni societarie, foto d'epoca e indagini geologiche dei sec. XIX e XX.

Nel seminterrato, l’ultima sezione contiene un centinaio di campionature aurifere estratte dai fiumi della pianura padana, oltre ad ambientazioni relative alle miniere d'oro nativo del Monte Rosa, alla macinazione e amalgama del minerale estratto e alla realizzazione degli attrezzi in legno per la ricerca sul torrente.

Cerca nel sito

Cerchi qualcosa di specifico sul nostro sito? Un evento o un articolo? Compila il campo sottostante: