CASERE (BZ) ED IL CRISTO FUCILATO

Oscurata per decenni dalla più nota Val Pusteria, con cui “condivide” quel piccolo gioiello che è Brunico, la Valle Aurina può essere considerata una sorta di Scandinavia d'Italia. È, infatti, quassù che, almeno una volta ogni quattro-cinque anni, si possono ammirare le uniche aurore boreali visibili dalla Penisola.

Ma se, dopo aver superato Tures (ed il suo castello), Luttago, San Giovanni, vi spingete oltre Casere, ultimo paese della valle - dove la strada sfaltata lascia posto prima al sentiero e poi alla mulattiera che porta alla Vetta d'Italia e al Picco dei Tre Signore - vi imbattete, dopo una comoda passeggiata di una ventina di minuti, nella chiesetta del Santo Spirito, uno dei  luoghi più mistici dell'Alto Adige

La cappella risale all'VIII secolo ed è quindi la più antica di tutta la Valle Aurina.  Il suo ampliamento, nel 1500,  è certamente riconducibile alle peculiari vicende che si verificarono in questo luogo. Pare infatti, che il terreno circostante sia una sorta di cimitero invisibile e non delimitato, nel quale riposano i non pochi viandanti che trovarono la morte sugli alti valichi attraverso le Alpi Aurine.

Una certa impressione suscita anche il Cristo conservato all'interno della chiesetta, il cui torace è vistosamente trafitto da tre proiettili di fucile. La storia parla di un cacciatore in cammino verso una gara di tiro aldilà delle montagne sembra abbia voluto provare la sua mira e infatti, vinse il primo premio, portandosi a casa un toro. Sulla via del ritorno, però,  l'animale cominciò ad impazzire e proprio davanti al crocifisso profanato uccise il cacciatore trafiggendolo con le corna.

La chiesetta fu poi consacrata da Nicolò Cusano nel XVI secolo e divenne un importante luogo di pellegrinaggio tutt'ora frequentato.

Altre opere d’arte della chiesetta sono una rappresentazione della SS. Trinità nonchè statue di legno di Sant’Osvaldo, Kilian e Sant’Orsola, San Francesco e Sant’Andrea. Diversi arazzi e dipinti conferiscono alla chiesetta una particolare ricchezza artistica ed architettonica.

Una Via Crucis porta alla Chiesa di Santo Spirito da Casere. Le stazioni sono state realizzate da associazioni giovanili e da scolari della scuola di scultura in legno di San Giacomo. Non solo nel Medioevo, ma ancora oggi questa chiesetta è una meta di pellegrinaggio molto frequentata e merita assolutamente essere visitata.

Articoli correlati


30/05/2013

ALLA SCOPERTA DELLE ANTICHE STUBE TIROLESI

15/05/2013

SULLE TRACCE DEL COMMISSARIO SALVO MONTALBANO

29/04/2013

VALLE DEL SERCHIO, TRA ECCELLENZE ENOGASTRONOMICHE E PRESIDI SLOW FOOD

09/03/2013

VALLE CERVO (BI): A SPASSO TRA LE EDICOLE DEVOZIONALI

22/02/2013

RONCHIS (UD), A SCUOLA DI CIOCCOLATINI NELLA VILLA AMATA DA HEMINGWAY

21/02/2013

IL VERCELLESE, TRA RISO E STORIA

13/11/2012

ALPE ADRIA TRAIL: A PIEDI DAI MONTI DELLA CARINZIA AL MARE ADRIATICO

05/11/2012

01/10/2012

CASERE (BZ) ED IL CRISTO FUCILATO

23/07/2012

CERIGNOLA (FG): LA MADONNA DI RIPALTA E LA TAVOLA INSANGUINATA

18/07/2012

GALTELLI' (NU), IL BORGO DI "CANNE AL VENTO"

28/06/2012

MELISSA (KR): TRA IL BLU DELLO IONIO ED IL SAPORE DEL SUO VINO ANTICO

19/03/2012

IL VENERDI' SANTO A GUBBIO (PG): L'ANTICA PROCESSIONE DEL CRISTO MORTO

17/03/2012

IL SENTIERO DELLA FEDE DELLA VALLE MAIRA (CN)

05/03/2012

MONRUPINO (TS) E LA TRADIZIONE DELLE NOZZE CARSICHE

14/02/2012

QUANDO IL LAGO DI TOVEL (TN) DIVENTAVA TUTTO ROSSO

13/02/2012

LE DIMORE DELLA FEDE BENEDETTINA IN CIOCIARIA

11/02/2012

MUSEO DEL MIELE DI LAVARONE (TN): ALLA SCOPERTA DEL MONDO DELLE API

09/02/2012

SOTTO IL LAGO DI NEMI (ROMA), SULLE TRACCE DEGLI INGEGNERI ROMANI

04/02/2012

ITALIA SOTTERRANEA: IL "CISTERNONE" MILITARE DI ALBANO LAZIALE

03/02/2012

VAL DI RABBI (TN), LONTANI DALLA PAZZA FOLLA

02/02/2012

CARNEVALE A PRATO ALLO STELVIO (BZ): LA CORSA DELLE ZUSSELN

23/01/2012

STRADON DEL VIN FRIULARO (PD), TRA STORIA, NATURA E CASONI

16/01/2012

TARANTO, LA SPARTA "BASTARDA"

10/01/2012

A SAMPEYRE PER IL CARNEVALE OCCITANO

09/01/2012

IL CORTEO SINGOLARE ED ANTICO DELL'EGETMANN

04/01/2012

22/12/2011

CASTELLO DI CANNERO: L'ISOLA DELLA TORTUGA DEL LAGO MAGGIORE

18/12/2011

LA CITTA' DI LATINA COMPIE 79 ANNI

06/12/2011

BASILICA DEL CORPUS DOMINI (TO): IL MIRACOLO DELL'OSTIA SOSPESA

08/11/2011

QUELLE DI NIRANO (MO) SONO SALSE ANTICHE

07/11/2011

AGNONE (IS) ED IL RITO DEL FUOCO PIU' IMPONENTE AL MONDO

02/11/2011

L'ARDIA DI SEDILO (OR), LA CORSA PAZZA PER UN SANTO CHE SANTO NON FU

17/08/2011

PIETRACUPA (CB): I DOLORI DELL'INQUISIZIONE, LA SPERANZA DELLA "CRIPTA RUPESTRE"

11/08/2011

CIMITERO DELLE FONTANELLE, L'ANIMA RELIGIOSA E MISTERIOSA DEI NAPOLETANI

11/08/2011

IN ALTO ADIGE E' TEMPO DI "ALMABTRIEB"

07/08/2011

SULLA VIA APPIA, SULLE TRACCE DEGLI ORAZI E CURIAZI

Vi ricordate la leggenda degli Orazi e Curiazi? Secondo la versione riportata da Tito Livio (Hist. I, 24-25), durante il regno di Tullio Ostilio (VII secolo a.C.) Roma ed Alba Longa entrarono in conflitto.
28/07/2011

21/07/2011

SAN GUSME' (SI): LUCA CAVA, OVVERO L'ELOGIO DELLA PIPI'

Cerca nel sito

Cerchi qualcosa di specifico sul nostro sito? Un evento o un articolo? Compila il campo sottostante: