COSTACCIARO (PG) E LA CORSA DELLE BOTTI DI SAN MARTINO

In Italia, posto che vai, tradizione che trovi, soprattutto in certi periodi dell'anno. Capita così che per festeggiare il periodo di vinificazione a Costacciaro, cittadina della provincia perugina, si disputi la Corsa delle botti dal 1991, con un periodo di sospensione a causa delle intemperanze tra le due squadre in gara, quella cittadina e quella delle sue frazioni. 

Quest'anno si gareggia il giorno di San Martino, domenica 11 novembre. La manifestazione consiste in una vera e propria corsa di due botti che rotolano attorno ad un asse orizzontale, al quale è attaccato un timone trainato da una formazione di giovane, detti “bottaioli”. La formazione di ogni squadra è completata da un capo bottaio, un oste ed un direttore di gara. La corsa si articola in due/tre manche, tutte a tempo. Vince la squadra che se ne aggiudica due. 

La corsa 

Il programma degli eventi inizia sabato sera, a Villa Col de’ Canali, con la festa all’Hostaria de la Rocca. Si cena, si beve e si balla, il tutto accompagnato da vino novello e castagne. Domenica mattina saranno invece i Tamburini di Costacciaro a iniziare la giornata con la sveglia della città e relativi capobottaioli.

Alle 15 sfilata nel centro di Costacciaro. Oltre 150 figuranti rappresenteranno i quadri contadini e accompagneranno le due Botti tra le vie del paese. Segue poi la vera e propria Corsa: circa 650 metri di percorso tra salita, curve e una ripida discesa in cui la Botte può raggiungere i 21chilometri orari. La sera, cena, vino novello, castagne e musica per tutti!

Cerca nel sito

Cerchi qualcosa di specifico sul nostro sito? Un evento o un articolo? Compila il campo sottostante: