IL 2 MARZO AL BIRICHIN LO CHEF NICOLA BATAVIA PROPONE LE CENE LOW COST: PIEMONTE E TOSCANA SI INCONTRANO

Autore: Luciano Pavesio

Al Ristorante Birichin di Torino lo chef Nicola Batavia propone tutti i venerdì di marzo le cene Low Cost con menu degustazione da 80 euro scontati a 40, con l'intento di seguire la nuova tendenza della ristorazione italiana partita da Oltremanica, ovvero “Grandi menu a piccoli prezzi”, mantenendo però costante  l'attenzione al gusto e alle materie prime. 

Questo il menu della cena del 2 marzo dal tema "Il Piemonte e la Toscana del gusto" che sarà proposto in contemporanea anche negli altri locali gestiti da Batavia: "Casa Batavia" a Londra, La "Kava" di Bergeggi (Sv) e "La Scuderia" a Casablanca: 

  • Crostini di patè di cipolla rossa caramellata; 
  • Crema di cavolo verde in tazza; 
  • Piemonte: uovo affogato su fonduta di toma di Roccaverano al tartufo, soufflé di erbette e croccante di quinoa; 
  • Toscana: la Ribollita e  il grande Caciucco alla Livornese; Piccolo tiramisu di ricotta Senese; Piemonte: budino di amaretti-Ganache-tartufo e fondente; 
  • Piccole sorprese, bugie e candies; 
  • Pane e grissini di mamma Maria; Olio Batavia.


I prossimi appuntamenti con le cene Low Cost saranno quindi venerdì 9 marzo "La vita del gambero con la birra"; venerdì 16 marzo "Il pesce del Mediterraneo con i suoi vini. Un incontro tra Campania e Sicilia"; venerdì 23 marzo "Racconti d'amore e amplessi: cibo e Grignolino"; venerdì 30 marzo il Nord sposa il Sud. 

La tendenza di queste cene arriva da Londra, dove la proposta dei "lunch offer" da parte di locali stellati e non solo è ormai all'ordine del giorno (la pratica anche Lansbury, tra i 50 Best Restaurant di San Pellegrino). Curiosità e ricercatezza spingono le persone a prendere parte a dei veri e propri "saldi del cibo" in cui l'offerta è la medesima di un pranzo normale ma ribassata del 50 per cento. 

«L'idea di queste cene - spiega Nicola Batavia (nella foto) – nasce a Londra dove io ho un locale in cui abitualmente insieme ad altri colleghi lavoro in questa direzione. Si tratta di grandi menu alla portata di tutti, in cui il cliente sa esattamente quanto andrà a pagare poiché tutto è compreso nel prezzo, anche l'acqua e i grandi vini che vengono proposti in degustazione. Si tratta di un'idea per far avvicinare una nuova clientela al mondo del gusto, persone attente alla qualità del cibo, a piatti che non sono di norma consumati quotidianamente».

Chef eclettico e originale, Nicola Batavia negli anni ha meritato e poi rifiutato la Stella Michelin. Non ama la routine e nella città della Mole studia, sperimenta, crea per poi esportare le sue competenze e conoscenze anche all'estero dove ama parlare e far parlare del Made in Italy.
La sua cucina viaggia in una fusion esclusivamente italiana, tra piatti super tradizionali piemontesi e ricerche di ingredienti introvabili tra il nord ed il sud del paese. Apprezza i profumi del Mediterraneo e ne fa uso consueto nei piatti che prepara.

Nicola Batavia è anche conosciuto come “chef olimpico” per le sue esperienze come chef alla Nike Vip House di Torino 2006, Beijing 2008 e prossimamente a Londra 2012.

Aperto nel 1994, il Ristorante Birichin si presenta con una cucina a vista, segno che qui qualità, professionalità e trasparenza sono di casa. Tre sale arredate con stile, le opere di Mr. Linea create da Osvaldo Cavaldoli alle pareti, un piccolo spazio con alcuni divani all'ingresso contribuiscono a far capire che qui ci si sente a casa. E come a casa, tutte le mattine pane, pasta e grissini sono preparati a mano da mamma Maria, anima del locale e della cucina insieme a Nicola. 

Maggiori informazioni sul sito www.birichin.it

Cerca nel sito

Cerchi qualcosa di specifico sul nostro sito? Un evento o un articolo? Compila il campo sottostante: