RONCHIS (UD), A SCUOLA DI CIOCCOLATINI NELLA VILLA AMATA DA HEMINGWAY

In questo periodo così difficile può essere di qualche conforto riappropriarsi del piacere del “fai da te”. E poiché la Pasqua s'avvicina, anche se siamo solo ad inizio Quaresima, si può iniziare l'apprendistato dai lavori più … dolci, come fare i cioccolatini ripieni. Per il detto: impara l'arte, mettila da parte, non si sa mai che possa venire utile. Di sicuro è piacevole.

"Cioccolatini fai da te"

Cade quindi a fagiolo il corso “Cioccolatini fai da te” che si svolgerà nel pomeriggio di domenica 17 marzo (inizio ore 14.30) nell'antica Villa Kechler de Asarta a Fraforeano di Ronchis (Udine). L'iscrizione costa 25 euro, di cui 5 per la materia prima. Non solo imparerà a fare i cioccolatini ripieni, ma ogni partecipante al corso preparerà un guscio di cioccolato ripieno di mousse da mettere in bella vista sulla tavola in occasione del pranzo di Pasqua.

La villa amata da Ernest

Corso a parte, che ovviamente interessa chi è della zona, la Villa Kechler de Asarta ed il suo parco sono una degna meta per le prossime uscite primaverili perché ricchi di storia e di fascino. Sono a quattro chilometri dal casello Latisana/Lignano dell’autostrada A4 Venezia Trieste. Il parco, che si estende su una superficie di quasi tre ettari costeggiando in parte l’argine del Tagliamento, è attribuito all’architetto veneziano Jappelli, che vi lavorò intorno alla metà dell’800. La zona, ricca di acque, ha favorito l’impianto di un parco rigoglioso sulla scia dei parchi romantici all’inglese tanto di moda all’epoca.  

Le origini della villa, invece, vanno di pari passo con la storia del Feudo di Fraforeano che, in base a documenti risalenti al 1275, era stato concesso dal patriarca di Aquileia ai Conti di Varmo. Dal 1468 al 1640, il Feudo appartenne alla nobile famiglia veneziana dei Barbarigo, ora estinta, che lo vendette successivamente ai Molin che poi a loro volta lo passarono ad un’altra nobile famiglia veneziana, i Correr. Nel 1756 fu acquistato dai Crotta, che nel 1838 lo vendettero ai Gaspari.

Attualmente la villa e il parco sono di proprietà della famiglia Kechler che li hanno ricevuti in eredità dai de Asarta, ramo di una illustre famiglia spagnola trasferitosi in Italia intorno al 1700, che li aveva comperati nel 1883. In questa villa soggiornò a lungo anche lo scrittore Ernest Hemingwa Il complesso architettonico, con la casa dominicale affiancata da barchesse, originariamente destinate ad uso agricolo, deve il suo aspetto attuale a trasformazioni avvenute nella seconda metà dell’800 per volere di Vittorio de Asarta, che introdusse nella gestione della tenuta agricola una radicale modernizzazione, ossia il primo impiego europeo dell’aratro elettrico.

Paese dalla storia antica

Interessante anche la storia di Ronchis di cui Fraforeano è frazione. Il toponimo"Ronchis" pare derivi da un latino Ronchis e forse dal successivo termine friulano "Ronc's" (plurale) o "Ron'c" (singolare) che sta ad indicare un brusco dislivello del terreno spesso conformato ad ansa. E questo non pare strano vista la posizione che copre il paese in riva al Tagliamento.

La costituzione del comune è abbastanza recente in quanto risale al 1834, anno in cui si ha notizia dell'istituzione della prima anagrafe non ecclesiastica. Antica è, tuttavia, la storia della comunità; nel 1180 una controversia fra i Patriarchi di Grado e di Aquileia , relative all'influenza spirituale su questo territorio, assegnò Ronchis nella Curia di Grado.

La fondazione, verso la fine del secolo XIII, dell'ospizio di San Bartolomeo di Volta assunse particolare importanza , in quanto fu rifugio per quei pellegrini che si recavano a Latisana per imbarcarsi per l'Istria, la Dalmazia, Venezia o la Terrasanta. Nel 1451 Ronchis passò sotto la giurisdizione del Patriarcato di Venezia e nel 1751 sotto quella dell'Arcivescovado di Udine.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Articoli correlati


30/05/2013

ALLA SCOPERTA DELLE ANTICHE STUBE TIROLESI

15/05/2013

SULLE TRACCE DEL COMMISSARIO SALVO MONTALBANO

29/04/2013

VALLE DEL SERCHIO, TRA ECCELLENZE ENOGASTRONOMICHE E PRESIDI SLOW FOOD

09/03/2013

VALLE CERVO (BI): A SPASSO TRA LE EDICOLE DEVOZIONALI

22/02/2013

RONCHIS (UD), A SCUOLA DI CIOCCOLATINI NELLA VILLA AMATA DA HEMINGWAY

21/02/2013

IL VERCELLESE, TRA RISO E STORIA

13/11/2012

ALPE ADRIA TRAIL: A PIEDI DAI MONTI DELLA CARINZIA AL MARE ADRIATICO

05/11/2012

01/10/2012

CASERE (BZ) ED IL CRISTO FUCILATO

23/07/2012

CERIGNOLA (FG): LA MADONNA DI RIPALTA E LA TAVOLA INSANGUINATA

18/07/2012

GALTELLI' (NU), IL BORGO DI "CANNE AL VENTO"

28/06/2012

MELISSA (KR): TRA IL BLU DELLO IONIO ED IL SAPORE DEL SUO VINO ANTICO

19/03/2012

IL VENERDI' SANTO A GUBBIO (PG): L'ANTICA PROCESSIONE DEL CRISTO MORTO

17/03/2012

IL SENTIERO DELLA FEDE DELLA VALLE MAIRA (CN)

05/03/2012

MONRUPINO (TS) E LA TRADIZIONE DELLE NOZZE CARSICHE

14/02/2012

QUANDO IL LAGO DI TOVEL (TN) DIVENTAVA TUTTO ROSSO

13/02/2012

LE DIMORE DELLA FEDE BENEDETTINA IN CIOCIARIA

11/02/2012

MUSEO DEL MIELE DI LAVARONE (TN): ALLA SCOPERTA DEL MONDO DELLE API

09/02/2012

SOTTO IL LAGO DI NEMI (ROMA), SULLE TRACCE DEGLI INGEGNERI ROMANI

04/02/2012

ITALIA SOTTERRANEA: IL "CISTERNONE" MILITARE DI ALBANO LAZIALE

03/02/2012

VAL DI RABBI (TN), LONTANI DALLA PAZZA FOLLA

02/02/2012

CARNEVALE A PRATO ALLO STELVIO (BZ): LA CORSA DELLE ZUSSELN

23/01/2012

STRADON DEL VIN FRIULARO (PD), TRA STORIA, NATURA E CASONI

16/01/2012

TARANTO, LA SPARTA "BASTARDA"

10/01/2012

A SAMPEYRE PER IL CARNEVALE OCCITANO

09/01/2012

IL CORTEO SINGOLARE ED ANTICO DELL'EGETMANN

04/01/2012

22/12/2011

CASTELLO DI CANNERO: L'ISOLA DELLA TORTUGA DEL LAGO MAGGIORE

18/12/2011

LA CITTA' DI LATINA COMPIE 79 ANNI

06/12/2011

BASILICA DEL CORPUS DOMINI (TO): IL MIRACOLO DELL'OSTIA SOSPESA

08/11/2011

QUELLE DI NIRANO (MO) SONO SALSE ANTICHE

07/11/2011

AGNONE (IS) ED IL RITO DEL FUOCO PIU' IMPONENTE AL MONDO

02/11/2011

L'ARDIA DI SEDILO (OR), LA CORSA PAZZA PER UN SANTO CHE SANTO NON FU

17/08/2011

PIETRACUPA (CB): I DOLORI DELL'INQUISIZIONE, LA SPERANZA DELLA "CRIPTA RUPESTRE"

11/08/2011

CIMITERO DELLE FONTANELLE, L'ANIMA RELIGIOSA E MISTERIOSA DEI NAPOLETANI

11/08/2011

IN ALTO ADIGE E' TEMPO DI "ALMABTRIEB"

07/08/2011

SULLA VIA APPIA, SULLE TRACCE DEGLI ORAZI E CURIAZI

Vi ricordate la leggenda degli Orazi e Curiazi? Secondo la versione riportata da Tito Livio (Hist. I, 24-25), durante il regno di Tullio Ostilio (VII secolo a.C.) Roma ed Alba Longa entrarono in conflitto.
28/07/2011

21/07/2011

SAN GUSME' (SI): LUCA CAVA, OVVERO L'ELOGIO DELLA PIPI'

Cerca nel sito

Cerchi qualcosa di specifico sul nostro sito? Un evento o un articolo? Compila il campo sottostante: