SIAMO TUTTI UN PO' BARBARI

Lo sapete che la Romania è una parte della Pianura Padana? Sorpresi? Aspettate: abbiamo dimenticato un accento. Romània. Vi ricorda qualcosa? E' la grafia originale di Romagna, termine geografico che indicava le città, i borghi e le terre attorno a Ravenna che fino a 751 appartenevano all'impero romano d'Oriente.

E' uno dei tanti lasciti del Medio Evo con cui conviviamo quotidianamente. Altro esempio? Tralasciando il caso fin troppo noto della Lombardia (che prese il nome al tempo dell'insediamenro dei longobardi), è quello delle Marche, che erano una “marca”, ossia una zona di confine, dell'impero di Carlo Magno.

A proposito dei tanto bistrattati longobardi, a loro dobbiamo il nome Fara di alcune città (Fara d'Adda, Fara Sabina, Fara Vicentino, …). La “fara”, infatti, era il termine longobardo per indicare la spedizione di una grossa tribù o di un gruppo al comando di un guerriero che si stabiliva in una certa zona.

Altri nomi di luoghi utilizzano il termine longobardo “sala”, ossia fattoria con stalla, come Sala Monferrato, Sala Consilina, Sala Comacina, oppure la parola “wald”, cioè bosco, da cui derivano i tanti Gualdo presenti nel nostro Paese.

A quelli che il Romanticismo ha bollato come “secoli bui”, il Medio Evo, dobbiamo anche nomi di oggetti, come guanti (dal franco “want”) e … tanfo (dal longobardo “tampf”) e tanti nomi propri: ad esempio, quelli che iniziano per “ric” (come Riccardo) o finiscono per “rico” (Enrico) contengono il germanico “rik”, che significa “ricco”, “potente”; quelli che finiscono in berto/berta contengono l'aggettivo germanico “berth” (illustre, famoso). Altro esempio, i nomi che finiscono in “olfo” (Rodolfo) contengono la parola “wulf”, lupo.

Insomma, a ben vedere, ai barbari (quelli medievali) dobbiamo un bel po' di cose del nostro vivere quotidiano.

Articoli correlati


01/07/2013

PACHINO, TRA POMODORI E STORIA

01/06/2013

SIAMO TUTTI UN PO' BARBARI

22/05/2013

QUANTA LETTERATURA NEL PROSCIUTTO E NEL PARMIGIANO!

17/03/2013

BORDIGHERA (IM) E LA TRADIZIONE DEI PALMURELI

Storia e natura, tradizione e artigianato. Ingredienti che rendono unica la tradizione dei palmureli di Bordighera, le palme intrecciate che vengono benedette nella chiesa di ...
04/03/2013

VIA CRUCIS A BARILE (PZ): GESU' ED IL MISTERO DELLA ZINGARA

03/11/2012

IL VOCABOLARIO ITALIANO COMPIE 400 ANNI

Stampato a Venezia nel 1612 per opera dell'Accademia della Crusca, fu il primo del suo genere e ad esso si ispirarono i grandi vocabolari europei.
17/10/2012

PETER MITTERHOFER, IL PADRE SFORTUNATO DELLA MACCHINA DA SCRIVERE

Il bolzanino Mitterhofer fu un geniale inventore alla Antonio Meucci, quello del telefono, che come Meucci ebbe la mortificazione di vedere attribuita agli americani ...
11/10/2012

PIETRO QUERINI E L'INCREDIBILE AVVENTURA DELLO STOCCAFISSO

18/07/2012

ALLA SCOPERTA DEL MONDO SOMMERSO: DAL MESSINESE COLAPESCE ALL'AMERICANO BEEBE

19/04/2012

IL MISTERO DELLA GIGANTESSA DI CIVITELLA

Nel 1971, durante una normale campagna di scavo archeologica a Civitella del Tronto, in provincia di Teramo, furono rinvenuti i resti di una donna alta 2,10 metri.
05/04/2012

LA STORIA TRIBOLATA DELLA "PERICOLOSA" PIZZA

04/03/2012

TRANI, IL MIRACOLO DELL'OSTIA FRITTA

07/02/2012

STABILIMENTO FLORIO DI FAVIGNANA: STORIA DI UN SUCCESSO MERIDIONALE

04/02/2012

L'UNITA' D'ITALIA PASSA ANCHE ATTRAVERSO IL PANE

31/01/2012

L'EFFICIENZA DEI QANAT DELLA PALERMO SOTTERRANEA

18/01/2012

LA TRADIZIONE TUTTA ITALIANA DELLE MASCHERE DI CARNEVALE

26/12/2011

FUOCHI D'ARTIFICIO, I FIORI IN CIELO

13/12/2011

LE TANTE LEGGENDE DELL'ALBERO DI NATALE

Ci sono molte leggende che riguardano le origini dell'Albero di Natale. La prima colloca l'abete nel giardino dell'Eden. Anzi, era addirittura l'Albero della Vita.
28/11/2011

L'ANTICA ARTE DELLA ZAMPOGNA

19/11/2011

"O' PRESEBBIO", PREGHIERA ED IRONIA DELLA TRADIZIONE NAPOLETANA

13/11/2011

I TANTI PANI DEGLI ANTICHI ROMANI

10/11/2011

IL TASTEVIN ED I SEGRETI DELLA DEGUSTAZIONE DEL VINO

03/11/2011

IL MENU NACQUE DALLA "RIVOLUZIONE" DI UN PRINCIPE RUSSO

27/10/2011

VENEZIA: CON I SIGNORI DI NOTTE IL TERRORE CORREVA PER LE CALLI

Il loro nome sembra il titolo di un film horror. Invece, sono esistiti davvero e per i veneziani, ai tempi della Serenissima Repubblica, hanno incarnato il terrore puro.
17/08/2011

"LU MUZZ'C": FILIANO (PZ) RICORDA LA FIGURA DEL MIETITORE

Cerca nel sito

Cerchi qualcosa di specifico sul nostro sito? Un evento o un articolo? Compila il campo sottostante: