AZ. AGRICOLA ANNA MARIA ABBONA

Cantine

Fraz. Moncucco, 21 - 12060 - FARIGLIANO (CN) (CN)
Telefono secondario: +39 0173 79 72 28
Fax: +39 0173 79 72 28

È grazie a mio marito Franco Schellino che nel1989 ho deciso di abbandonare il lavoro di graficopubblicitario e di ritornare a casa, riprendendocon lui le vecchie vigne piantate dalnonno, imparando a potarle e a legarle, lavorandocon lui e con i miei genitori per anni nelvigneto.Mio bisnonno Giuseppe coltivava le vigne damezzadro: il sogno era di possedere i terreni inproprietà ma ebbe una vita troppo breve pervederlo realizzato e così ci dovette pensaremio nonno Angelo. Contadino ed innestatore(per necessità di quegli anni post-filossera)cominciò dall'impianto del vigneto MAIOLI, nel1936, la costruzione della nostra azienda con ilprogetto di ingrandire quella che era una piccolissimaproprietà per una grande famiglia.A lui seguì mio padre Giuseppe, che negli annidella grande industrializzazione ebbe il meritodi non trasferirsi in città come la maggior partedei suoi coetanei per lavorare in fabbrica, marimase legato ai suoi vigneti, curando quelli disuo padre, acquistando terreno ed impiantandonealtri.Purtroppo gli anni furono molto difficili per ilvino di qualità, così i miei genitori rinunciaronoa vinificare, conferendo la produzione di uvaalla cantina sociale più vicina.La svolta per l'azienda avvenne nel 1989,quando mio padre mi comunicò intenzione diestirpare alcuni vigneti. In quegli anni mio maritoed io ci occupavamo di mestieri diversi,anche se entrambi proveniamo da famiglie divignaioli. Dopo un breve periodo decidemmo ditornare alle nostre origini e di riprendere ilmestiere della vigna, con l'obbiettivo di produrresolo vini di qualità.Le colline del Doglianese sono la parte più asud della langa occidentale. Sono delimitatedal Tanaro ad ovest, confinano con la zona diproduzione di Barolo a nord, con l'Alta Langa asud e ad est. Per la loro posizione di confine eper la più elevata altitudine media hanno il privilegiodi un panorama unico, come un balconeche si affaccia sulla pianura e l'arco delle Alpida un lato e sulla Langa del Barolo dall'altro.Da secoli su queste nostre colline si coltiva ildolcetto: su questi terreni, in un microclima particolare,questo vitigno ha trovato il suo habitatideale. Il susseguirsi degli anni e delle vendem-AZIENDA AGRICOLA ANNA ABBONAmie ha portato con se la tradizione di un vitignoantico, l'amore e la cura per il vino che producee l'ambizione a migliorare sempre la qualità.Le colline del Doglianese e il Dolcetto sonolegati da sempre da un rapporto difficile: da unlato i grandi sacrifici, il lavoro duro su collineripide, la cura di un vitigno esigente, dall'altra lesoddisfazioni per un vino di grande qualità, dalcarattere e dall'identità indubbia; già solo ilcolore rubino intenso e quasi viola ci rendeorgogliosi del lavoro fatto, i profumi netti di frutta,di viola, a volte più complessi di sottoboscoe aromatici ci donano sensazioni meravigliose;il gusto pieno, ricco, leggermente ammandorlatosul finale, con una lunga persistenza inbocca, ci fa dimenticare tutto ciò che ci è costatoprodurlo.Dal grande amore per questo vino, e dall'ambizionedei produttori che hanno sempre cercatodi migliorarne la qualità nasce il DOGLIANIDOCG. Il dolcetto sulle nostre colline è da semprel'albero del pane: compagno di vita nellabuona e nella cattiva sorte, assicurava unaproduzione anche in annate scarse, perché alui sono stati dedicate le esposizioni migliori, leterre bianche e drenate, le cure e le attenzioneche questo difficile vitigno richiede. È un legameterra-uomo che continua da secoli e noinon lo abbiamo voluto spezzare, anche sapendodi dover affrontare molte difficoltà.La nostra azienda è legata da sempre a questovitigno: da quattro generazioni coltiviamo dolcettoe abbiamo insistito, piantando altri vignetinegli anni '90, quando la vendita e la diffusionedi questo vino sembravano non avere piùstoria davanti all'avanzata di nuovi vitigni internazionali.Non abbiamo mai pensato di estirpare o innestarealtre varietà: abbiamo vigneti vecchi dioltre settant'anni che hanno visto periodi anchepeggiori, abbiamo un credo e abbiamo decisodi perseguirlo senza prestare troppo attenzionealle mode del momento.Ad oggi sono quattro i dolcetti di nostra produzione,e riteniamo che in questi quattro dolcettiabbiamo cercato tutte le espressioni che questovitigno ci può offrire: dal vino semplice equotidiano a quello di grande struttura e dimedio invecchiamento. Questi quattro dolcettivengono suddivisi anche per diverse denominazioni:Langhe Dolcetto, Dolcetto di Dogliani,DOGLIANI.